<< Nuova casella di testo >>

Alice (una donna sconvolta) 13 e 14 gennaio h. 21,00           15 gennaio h. 18,00

“Alice” è un monologo teatrale, il secondo portato in scena direttamente dall’autrice dopo il successo inaspettato di “Storia di un’attinia e di un paguro bernardo” con 28 repliche e un progetto educativo rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Una donna di sessant’anni e 18 tso. Una vita totalmente sconvolta dal primo ricovero in psichiatria al quale si sono aggiunti gli altri, il più delle volte non necessari.

Non lo sai ma il tuo primo ricovero ti segna a vita e tutto quello che eri prima viene cancellato e sei solo una povera pazza senza possibilità di riammissione nel mondo dei normali.

È una denuncia, che oscilla tra realtà e delirio, nei confronti di una psichiatria che ha dimenticato di ricercare le cause del disagio a supporto della terapia farmacologica. Persi nella velocità di una società 2.0, si è cancellato il senso di umanità e ogni atto che non rientra in canoni standard viene condannato.

Suocera Contro     

SUOCERA CONTRO

Gli attriti tra suocera e nuora hanno origine nella notte dei tempi, nascono con l'uomo, anzi con la donna. I problemi iniziano ben prima del matrimonio... se poi la sposa in questione  è giovane , bella, sensuale, del sud e la suocera invece è una ricca, egocentrica, vanitosa, viziata, gelosa del figlio, signora del nord, allora è guerra aperta!

Gags e risate ci portano fino al giorno delle nozze.. I due innamorat, coroneranno il loro sogno d'amore ?

9 10 11 12 e 14 febbraio

Matinèe 2016/2017

MATINEE

dal 24 al 28/02/2017


Sono in partenza i preparativi per gli spettacoli matinèe al Teatro San Luigi Guanella, le scuole che sono interessate a conoscere il programma del prossimo anno per i più piccoli, devono contattare il teatro alla seguente mail: dir.artistica@teatrosanluigiguanella.it

Tel. 06 39745514

 

Aicab school

 

 

L' AICAB è un'associazione senza scopo di lucro nata nel 2008 per favorire e sostenere l'inserimento e la formazione di giovani talenti, come autori e/o come attori, oltre a favorire la
costruzione di una professionalità per i giovani che intendono svolgere l'attività nel mondo della televisione, del teatro, del cinema e dello spettacolo dal vivo. Infatti, l'Associazione ha principalmente lo scopo di formare, preparare e supportare culturalmente, artisticamente e professionalmente, attori teatrali, televisivi e cinematografici, nonché le figure professionali connesse alla messa in scena (truccatori, scenografi, coreografi, cameramen, registi), al fine di realizzare spettacoli, manifestazioni, film ed eventi, da declinare poi in diversi materiali, anche multimediali. L'intento è quello di offrire a giovani di talento e agli operatori dello spettacolo, occasioni ed opportunità professionali significative, favorendone più elevati e qualificati livelli di occupazione.

Chi è di scena?

Siamo a metà della stagione teatrale del Guanella, grande soddisfazione per il teatro e per il pubblico.

Pensiamo che la prossima stagione sarà ancora più interessante. Non rimanete disinformati, andate sul sito www.teatrosanluigiguanella.it

per conoscere quali saranno gli spettacoli del prossimo anno 2016/ 2017.

 

 

 

 

Nozze di rame...Forse

 

 

Spettacolo teatrale con la regia di Enrico Vanzina.

Un successo straordinario, 12 repliche con tutto esaurito.

Per accontentare il pubblico sono torneranno a Maggio 2017  per 3 settimane.

 

 

Programma spettacoli         2016 - 2017

Siamo lieti di presentare la nuova stagione del Teatro San Luigi Guanella, 12 spettacoli selezionati per offrire al pubblico la più ampia scelta di gusto, contenuti ed emozioni.

Il percorso spazia dalla classica commedia all'italiana, “Parenti Serpenti”, guidata da Carmen Vitter, a quella napoletana di Scarpetta con “Miseria e Nobiltà” capitanata da Alfonso Rinaldi.

Viaggiamo poi dal Vaudeville di Feydeau con “Il Gatto in tasca” per la regia di Pino Lagrasta, alla commedia dell'equivoco di Derek Benfield “Non sparate sul postino”, che trova la sua chiave comica nel più tipico umorismo anglosassone, guidata a quattro mani dal sottoscritto e da Stefano Sarra.

Affrontiamo coraggiosamente temi di profonda valenza sociale con “Alice”, di e con Gabriella La Rovere per la regia di Pier Luigi Nicoletti, un viaggio nel mondo della psichiatria esasperata e pericolosa, quella che può segnare un uomo per tutta la vita.

Purtroppo l'originale opera storica, il “reading interpretato”, di e con Gioacchino Maniscalco “Federico II Stupor Mundi”, non potrà andare in scena in quanto, l'interprete ed autore dello spettacolo ha avuto un grave problema di salute. Speriamo di riaverlo presto con noi.

Suocera contro”, un'ora e mezzo di divertimento assicurato che prende vita dalla più classica delle relazioni difficili, il rapporto suocera – nuora. Una commedia di Paola Nicoletti per la regia di Pier Luigi Nicoletti che vede sul palco tutti attori giovanissimi ed alle prime esperienze, una sfida contro tutto e tutti per presentare qualcosa di totalmente originale.

Ci tuffiamo quindi, nel teatro contemporaneo con il brillante lavoro di Gabriele Mazzucco, spaccato divertentissimo di una romanità in via di estinzione, “Il fantasma della Garbatella”.

Parliamo di teatro e del teatro, cambiando prospettiva, con l'occhio di chi il teatro lo fa e lo vive, attraverso l'opera di Enrico Maria Falconi con “Dietro le quinte dell'Universo”.

Faremo un salto profondo anche nel mondo shakespeariano, scomodando lo stesso William per raccontarci in chiave musicale la sua tragedia : “Giulietta e Romeo” diretta da Domenico Maria Corrado.

Sfortunatamente non riusciremo a proporvi come previsto, la commedia di Neil Simon, autore statunitense, dal titolo "Rumors" La Compagnia "La bottega del caffè", di Carmen Vitter non è riuscita ad ottenere i permessi Siae per l'opera.

Sul finire di stagione, ci avvaliamo della mano esperta di Enrico Vanzina che amichevolmente guida la compagnia degli avvocati "Gli incerti del mestiere", nella ripresentazione della commedia brillante di Tiziano Lepone dal titolo “Nozze di rame...forse”.

Una stagione di teatro ancora per una buona parte da condividere.

 

Il direttore artistico